Benvenuti al Colosseo

Il Colosseo, l’Anfiteatro Flavio, è il museo più visitato in Italia. Qui troverete tutte le informazioni sui biglietti e le visite guidate per il Colosseo.

Ingresso al Colosseo

Ingresso al Colosseo

Per poter visitare il Colosseo, è necessario arrivare puntuali all’orario di ingresso prenotato. La temperatura corporea viene misurata durante il controllo di sicurezza. Deve essere inferiore a 37,5° C. Dovete anche far vedere il codice QR del certificato Covid EU green pass.Inoltre, non dovete portare nel Colosseo oggetti pericolosi, alcool, contenitori in vetro, bombolette spray o bagagli. Non c’è deposito bagagli al Colosseo.

Orari di apertura del Colosseo

Il Colosseo e il Parco Archeologico del Foro Romano e del Palatino aprono alle 9:30.

La chiusura si basa sul tramonto ed è

  • da fine marzo a fine agosto alle 19:15,
  • a settembre alle 19:00 e
  • fino al cambio dell’ora legale a fine ottobre alle 18:30.
  • In inverno chiude alle 16:30 fino a metà febbraio,
  • alle 17:00 fino a metà marzo e
  • alle 17:30 fino al cambio dell’ora legale alla fine di marzo.

Biglietti


Biglietto Full Experience, valido per 2 giorni per una visita al Palatino e al Foro Romano e per una visita al Colosseo all’orario di ingresso riservato. Visita dell’arena e del 1° e 2° livello del Colosseo, comprese le mostre al 2° livello. Dalle 12:00 è possibile la visita del 2° piano del Museo al Palatino, la Casa di Augusto (dall’esterno), nonché la Chiesa di Santa Maria Antiqua e la Rampa domizianea (in gruppi di un massimo di 20 persone).

Biglietto con videoguida, valido 24 ore per la visita del Palatino e del Foro Romano oltre che per la visita del Colosseo all’orario di ingresso riservato. Visita del 1° e 2° livello del Colosseo comprese le mostre del 2° livello. C’è un ascensore al 2 ° livello per le persone con disabilità. La videoguida è per il Colosseo.

Biglietto standard, valido 24 ore per una visita al Palatino e al Foro Romano e per una visita al Colosseo all’orario di ingresso riservato. Visita del 1° e 2° livello del Colosseo, comprese le mostre al 2° livello. C’è un ascensore per il 2° livello per le persone disabili.

Roma Tourist Pass comprensivo di biglietti e prenotazione per i Musei Vaticani, visita guidata della Basilica di San Pietro, audioguida Pantheon e biglietto standard Colosseo comprensivo di prenotazione.

Tour guidati

Visita accompagnata  dell’arena  e dei  sotterranei del Colosseo, che ospitavano l’attrezzatura scenica che permetteva agli animali selvatici e ai gladiatori di apparire ovunque nell’arena. Visita al Colosseo.  Visita guidata del Palatino e del Foro Romano.

Con questo biglietto avete l’esclusiva opportunità di visitare i sotterranei del Colosseo.

Visita guidata al 1° e 2° piano del Colosseo, Foro Romano e Palatino.

Visita guidata notturna del Colosseo.

Visita guidata del Colosseo con arena e Foro Romano. Potete in seguito visitare il Palatino da soli.

Quanto tempo serve per il Colosseo

Ci vuole circa un’ora per visitare il Colosseo. Ci sono spesso code ai controlli di sicurezza, quindi dovreste essere al Colosseo 30 minuti prima dell’orario prenotato.

Potete visitare il Foro Romano e il Palatino anche prima del Colosseo. Il percorso più breve da Via dei Fori Imperiali al Colosseo è su Via Sacra e dura circa un’ora. Se volete visitare anche il Palatino, potrete avere bisogno anche di tre ore.

Come arrivare al Colosseo

Il Colosseo è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Gli autobus hop on hop off hanno
una fermata al Colosseo. Info sui bus hop on hop off

Al Colosseo si trova la fermata della Metro Linea B “Colosseo”. La linea B attraversa tre importanti stazioni ferroviarie:

  • la Stazione Centrale Termini, incrocio per i collegamenti con gli aeroporti e la stazione di trasferimento alla Metro Linea A, che conduce attraverso il centro verso il Vaticano.
  • Stazione ferroviaria Ostiense, da cui è possibile raggiungere il porto di Civitavecchia e più a nord verso Pisa e Genova. La linea ferroviaria per Ostia Lido inizia anche a Ostiense.
  • Stazione Tiburtina, che gestisce treni ad alta velocità tra Milano e Napoli sull’asse nord-sud. Molte connessioni in Appennino iniziano anche qui.

La linea 3 del tram passa anche vicino al Colosseo. Il tram è lento, ma il percorso è pittoresco. Proveniente da Trastevere, oltrepassa la piramide e il Colosseo e continua fino alla Basilica di San Giovanni, Santa Croce in Gerusalemme e San Lorenzo e allo zoo.

Da Piazza Navona potete prendere gli autobus 81 e 87 per il Colosseo, da Via del Corso prendere gli autobus 51 o 85.

Naturalmente, il Colosseo è anche molto facile da raggiungere a piedi. Da Piazza Venezia si percorre via dei Fori Imperiali, dal Circo Massimo via di San Gregorio.

Come funzionava il Colosseo

Il Colosseo è il più grande anfiteatro del mondo. È patrimonio mondiale dell’UNESCO e una delle sette nuove meraviglie del mondo.

Il Colosseo poteva contenere tra i 60.000 e gli 80.000 spettatori. Grazie all’efficiente organizzazione degli ingressi, l’auditorium potrebbe essere riempito e svuotato più velocemente rispetto ad alcuni stadi moderni.

Colosseo tecnologia scenica

Era originariamente possibile allagare l’arena e furono organizzate battaglie navali. Successivamente, è stata installata una tecnologia di scena più complessa con ascensori. Animali selvaggi e persone potrebbero apparire dal nulla ovunque nell’arena e le scenografie potrebbero essere allestite in pochi minuti.

Ascensori del Colosseo replica

Roma mostrava tutta la sua potenza e gloria nel Colosseo. Animali da tutto il mondo furono mostrati e cacciati nel Colosseo, ci furono esecuzioni e combattimenti tra gladiatori. La caccia agli animali si svolgeva la mattina, a mezzogiorno i detenuti combattevano contro gli animali selvatici e nel pomeriggio si svolgevano combattimenti di gladiatori.

Maggiori informazioni sulla ricerca archeologica nel Colosseo

Storia del Colosseo

Dopo la morte dell’Imperatore Nerone nel 68, la sua magnifica villa, la Domus Aurea, fu riempita. Nella zona del Colosseo c’era un lago artificiale che apparteneva alla villa. La dinastia dei Flavi, i nuovi sovrani di Roma, costruirono il possente Colosseo. Si chiama quindi Anfiteatro Flavium. La costruzione iniziò nel 72 sotto l’imperatore Vespasiano. Morì nel 79 e non vide mai il completamento. L’inaugurazione ebbe luogo nell’80 sotto Tito. Le celebrazioni per l’inaugurazione sono durate 100 giorni. La costruzione fu finanziata con i tesori saccheggiati nel tempio di Gerusalemme.

Colosseo rappresentazioni di battaglia

Sotto Domiziano, che governava dall’81, il seminterrato fu ampliato con sale di rifornimento, ascensori e tecnologia scenica.

Importanti lavori di restauro furono necessari nel 217, probabilmente dopo un fulmine. Sono durati 5 anni. Nel 250 furono necessari ulteriori lavori dopo un incendio causato da un fulmine.

Dopo che i Visigoti saccheggiarono Roma nel 410, i giochi dei gladiatori furono banditi e si tenevano solo le cacce. I lavori di restauro sono avvenuti dopo i terremoti del 470, 484 e 508.

Nel VI secolo, il Colosseo fu utilizzato come luogo di sepoltura e successivamente come castello. Ci fu un grave danno da un terremoto nell’847 e nel 1349 il muro esterno meridionale crollò dopo un terremoto. Il materiale è stato utilizzato per costruire palazzi nel centro di oggi. Appartamenti e scuderie furono costruiti nel Colosseo.

Nel 1675 il Colosseo fu dichiarato luogo sacro per commemorare i martiri e nel 1744 fu costruita una via crucis. Nel 1749, il Colosseo fu dedicato a Cristo e ai martiri.

Colosseo muro di sostegno Stern

Un altro terremoto si verificò nel 1806 e furono richiesti importanti lavori urgenti. Raffaele Stern fece erigere in fretta i muri di sostegno. Sul lato opposto ai forum, Giuseppe Valadier attuò misure di sostegno nel 1823.

Ulteriori lavori e scavi hanno avuto luogo nel XX secolo e sono attualmente in corso lavori di ristrutturazione. Pertanto, i piani superiori non sono attualmente accessibili.